Le materie prime e i tempi di scatto per il cibo

C'è un fattore determinante da tenere a mente ogni volta che decidete di fotografare il cibo, il TEMPO.
Gli alimenti a contatto con l'aria cambiano il loro aspetto in maniera molto veloce, se hanno una componente liquida, con il passare del tempo si asciugheranno ed inizieranno ad aflosciarsi o ad accartocciarsi.

Regola fondamentale, è quindi ragionare per bene prima di impiattare, studiate bene tutti gli elementi che compongono il vostro piatto, preparate prima il vostro set e all'ultimo aggiungete il piatto. 

Scegliete quindi con cura i vostri ingredienti freschi, alcuni trucchetti per mantenere l più possibile il loro aspetto sono:

  • erbe aromatiche
    imbevete d'acqua un fazzoletto di carta e avvolgetelo intorno ai gambi recisi delle vostre erbe
  • frutta e verdura
    tenetele in frigo INTERE fino all'ultimo, tagliatele solo una volta pronto il piatto, vaporizzatele con un pò d'acqua per aumentare la brillantezza, ma attenzione ai riflessi se utilizzate i flash

Sia i piatti molto caldi che quelli molto freddi con il passare del tempo cambiano totalmente il loro aspetto iniziale, fate quindi molta attenzione quando fotografate:

  • gelato
    se la vostra stanza è molto calda, dopo pochi minuti comincerà a sciogliersi, la forma perfetta che gli avrete dato nell'impiattamento inizierà a smontarsi, si formeranno gocce che sporcheranno il vostro set
  • pasta
    appena impiattata il sugo sarà lucido, gli ingredienti ben amalgamati tra loro, ma con il passare del tempo, l'aria comincerà ad asciugare il piatto, la pasta si ammoscerà, le verdure si spegneranno, gli elementi decorativi inizieranno a crollare
  • schiuma e bollicine
    se dovete fotografare birra, frappè, bibite con la schiuma, o bibite gassate, in questo caso dovete mettere il turbo, la schiuma scende alla velocità della luce, dovete scattare entro un minuto massimo la vostra foto. Eventualmente per ravvivare un pochino le bollicine, potete intingere l'angolo di un fazzoletto di carta ripetutamente nel liquido e molto velocemente.
  • Fritto
    come prima cosa asciugatelo bene prima di comporre il vostro piatto, più passerà il tempo e più si afloscerà e creerà una chiazza d'unto sempre più grande sotto il vostro cibo
  • coppapasta
    se impiattate utilizzando un coppapasta un risotto, una tartare, un cuscus, anche qui dopo pochi minuti l'aria inizierà ad asciugare l'acqua che tiene gli elementi legati tra di loro, vi troverete quindi con crolli improvvisi e antiestetici

In conclusione, prima di impattare e scattare visualizzate nella vostra mente come dovrà essere il vostro piatto, preparate il set e l'inquadratura, impiattate e scattate velocemente.

Cucina e Fotografia

© 2013-2021 - all right reserved
Calvi Giorgia Sede legale: Via Mendozza 14-2, 16166 Genova P.IVA 02419500992
Cookie Policy | Privacy Policy | Powered by Giorgia Calvi

Seguimi sui social